Contro la tuba beante   29 comments

1929896_1663818647230833_5852856374708546107_n

Cat Scream di Eidelweiss

Questo articolo punta a spiegare cos’è la disfunzione della tuba di Eustachio beante. Mio malgrado sono diventata il “guru” italiano a riguardo, nonostante io non sia un medico…. ma solo una dottoressa in Scienze e Tecnologie dell’Informazione.

Per aggiornamenti, per restare in contatto con me e con altre persone affette da tuba beante, seguite il gruppo su facebook: Tuba Beante. (Questo post non viene aggiornato.)

Tempo fa tutti questi appunti erano sul mio sito e il mio forum, creati uno a scopo informativo, l’altro per le discussioni, ma ho deciso di parlarne anche qui. Ho anche creato la pagina su Wikipedia.

Questi appunti sono stati scritti sulla base dell’esperienza personale ventennale e su innumerevoli ricerche effettuate in Internet. Si consiglia, una volta effettuata l’autodiagnosi, di rivolgersi a uno specialista per la risoluzione del problema.

Le informazioni qui riportate hanno solo un fine illustrativo: non costituiscono e non provengono da prescrizione né da consiglio medico.

Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato 24 febbraio 2011 da MicioGatta in tuba beante

Serena (Racconto su X-Files)   Leave a comment

Attenzione: spoiler fino all’ultima scena dell’ultimo episodio dell’11^ stagione.

SERENA

di Monica Castiglioni

A mia Madre

 

La brezza è piacevole, fresco contrasto con il sole che sta iniziando abbronzare piacevolmente la nostra pelle. Stiamo percorrendo in auto una strada sterrata che porta alla costa sud di Makatea, una piccola isola delle Tuamotu, nel sud del Pacifico.

Siamo in viaggio da molto più tempo di quello che vorrei. Di quello che la mia condizione richiederebbe, in una situazione normale. Ma questa non è una situazione normale.
Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato 4 novembre 2018 da MicioGatta in fanfic, X-Files

I Naviganti 34: M4TH (racconto su Star Trek: Enterprise)   1 comment

I Naviganti 34Dedicato a mia Madre

Rating: NC-17

Genere: Romanzo – avventura

Riassunto: Quando l’Enterprise sconfina nel territorio sacro di un popolo molto religioso, il prezzo del sacrilegio potrebbe essere molto alto.

Spoilers: Tutta Enterprise, più qualche riferimento qua e là a tutto Star Trek.

Dichiarazioni: “Star Trek: Enterprise” e tutti i suoi personaggi sono proprietà della Paramount e dei suoi autori. Questo è un racconto di fantasia, creato da una fan al solo scopo di intrattenimento e senza scopo di lucro. Ogni somiglianza a racconti, fanfiction, persone reali o fatti realmente accaduti è puramente casuale.

Scarica il racconto in formato PDF:I Naviganti 34: M4TH

*******

I dreamt I dwelt in marble halls
With vassals and serfs at my side,
And of all who assembled within those walls
That I was the hope and the pride.
I had riches all too great to count
And a high ancestral name.
But I also dreamt which pleased me most
That you loved me still the same,
That you loved me
You loved me still the same.

[Ho sognato di abitare in stanze di marmo
con vassalli e servi al mio fianco,
e di tutti quelli riuniti all’interno di quelle mura
io ero la speranza e l’orgoglio.
Avevo ricchezze tanto grandi da non poterle contare
ed un nome antico e nobile.
Ma ho anche sognato, il che mi ha fatto più piacere
che tu mi amavi ancora allo stesso modo,
che tu mi amavi
mi amavi ancora allo stesso modo.]
(Enya, “Marble Halls”)

Credo di poter dire che tutto sia iniziato mentre ero in palestra, in compagnia di F’Ral.
Stavo facendo stretching con lei. Non ero ovviamente ai suoi livelli, ma nessuno sull’Enter-prise si avvicinava vagamente alle capacità contorsionistiche di F’Ral, nemmeno T’Pol che frequentava la palestra più assiduamente di tutti noi Umani, né Malcolm, che si era svelato un ottimo ballerino di tango. Nei mesi in cui mi ero impegnato in palestra con la Caitian, però, avevo ottenuto una buona mobilità articolare. Devo dire che fare stretching era rilassante, an-che se non quanto le fusa di F’Ral o le sedute di neuropressione con T’Pol.
Per qualche strano volo pindarico, molto facile da fare con F’Ral, in quel momento eravamo finiti a parlare di Ruby e dei nomi dei figli.
«Cyrus? Che cosa vuol dire?» mi chiese. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato 5 gennaio 2017 da MicioGatta in Enterprise, FabulandBlog, fanfic, I Naviganti, Star Trek

I Naviganti 33: Il Giorno di Sirleney (racconto su Star Trek: Enterprise)   1 comment

I Naviganti 33Dedicato a mia Madre

Rating: PG-13

Genere: Romanzo – avventura

Riassunto: Sbarcati su un pianeta pre-curvatura per recuperare un materiale per riparare le gondole, gli ufficiali dell’Enterprise porteranno a bordo ben più di qualche cassa del minerale.

Spoilers: Tutta Enterprise, più qualche riferimento qua e là a tutto Star Trek.

Dichiarazioni: “Star Trek: Enterprise” e tutti i suoi personaggi sono proprietà della Paramount e dei suoi autori. Questo è un racconto di fantasia, creato da una fan al solo scopo di intrattenimento e senza scopo di lucro. Ogni somiglianza a racconti, fanfiction, persone reali o fatti realmente accaduti è puramente casuale.

Scarica il racconto in formato PDF: I Naviganti 33: Il Giorno di Sirleney

*******

“Non so se ti è capitato mai
di dover fare una lunga corsa
e a metà strada stanco dire a te stesso
‘adesso basta’….
Dici anche di voler morire,
dici ‘è meglio che correr così’
ma no, non puoi fermarti.”
(Edoardo Bennato, “Non Farti Cadere le Braccia”)

“Non c’è dramma peggiore che veder realizzati i propri sogni.”
(Federico Leoni)

(Trip)

Neuropressione.
Rilassante, riposante, rinvigorente, intima.
«Tocca a te?» biascico.
Sono sdraiato prono sulla panca del nostro alloggio e T’Pol mi sta massaggiando quel danna-to punto vicino alla scapola che mi fa male quando sono sotto pressione.
«No, non ne ho bisogno.»
«Sei stanca anche tu.»
Tripli turni per entrambi, da quattro giorni.
È successo un disastro. Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato 28 settembre 2015 da MicioGatta in Enterprise, fanfic, I Naviganti, Star Trek

La Macchina di Turing   Leave a comment

Alan_Turing_az_1930-as_években

Grazie al film “The Imitation Game”, Alan Turing è diventato più famoso. Ma per chi studia Informatica lo era già. Ecco la mia tesina (del 2003) proprio sulla macchina di Turing (con anche programmino per la divisione per 2):

La Macchina di Turing

Pubblicato 12 agosto 2015 da MicioGatta in FabulandBlog

Informativa sui cookie   Leave a comment

I cookie sono righe di dati che i siti visitati inviano al terminale di chi li visita (solitamente al browser), dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Nel corso della navigazione su un sito, l’utente può ricevere sul suo terminale anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (“cookies di terze parti”) legati al sito visitato da alcuni elementi presenti su di esso.

Visitando questo blog si possono ricevere cookie, anche di terze parti. Il blog è ospitato gratuitamente dalla piattaforma WordPress.com, che al momento non ha un’opzione per creare un banner e gestire i cookie. La privacy policy di Automattic, cui fa riferimento WordPress.com, a proposito dei cookie dice:

Un cookie è una stringa di informazioni che un sito web memorizza sul computer del visitatore e che il browser del visitatore fornisce al sito ogni volta i ritorni visitatore. Automattic utilizza i cookie per identificare e tenere traccia dei visitatori, del loro utilizzo del sito di Automattic e delle loro preferenze nell’accesso del sito. I visitatori di Automattic che non desiderano avere cookie sul proprio computer dovrebbero impostare il proprio browser per rifiutare i cookie prima di utilizzare i siti web di Automattic, con lo svantaggio che alcune caratteristiche dei siti web di Automattic potrebbero non funzionare correttamente senza l’aiuto dei cookie.

Per informazioni sulla gestione (ed eventuale disattivazione) dei cookie si possono consultare le pagine sull’argomento del sito del browser utilizzato, p.e. Google Chrome, Mozilla Firefox, Internet Explorer 11 (i link sono dati a titolo esemplificativo: qualora non risultassero più validi in futuro o si usi un browser non indicato si potranno comunque cercare in rete le relative informazioni).

Proseguire nell’uso del sito senza intervenire sulla gestione dei cookie da parte del proprio browser o altro dispositivo equivale all’accettazione dei cookie.

Clicca su SI’ se intendi proseguire la navigazione nel sito, impostando come desideri la gestione dei cookie da parte del tuo browser (per questo blog è indifferente che tu li voglia accettare o no, anche se non sappiamo dirti se qualche funzione di WordPress.com potrebbe essere toccata dall’assenza dei cookie).

Clicca su NO se, invece, non vuoi proseguire. In questo caso sarai indirizzato su una pagina del Garante per la protezione dei dati personali relativa ai cookie.

Ringraziamenti. Si ringrazia Casadeilibri e Ilperdilibri che ha messo a disposizione degli utenti di WordPress.com il codice per il footer e la cui pagina informativa sui cookie è stata utile per redarre la presente.

Pubblicato 8 giugno 2015 da MicioGatta in FabulandBlog

I Naviganti 32: Pathfinder (racconto su Star Trek: Enterprise)   1 comment

I Naviganti 32 PathfinderDedicato a mia Madre
Rating: PG-13

Genere: Romanzo – avventura

 

Riassunto: Il Capitano Malcolm Reed ricorda i bei tempi passati di quando era l’ufficiale agli armamenti sull’Enterprise.

 

Spoilers: Tutta Enterprise, più qualche riferimento qua e là a tutto Star Trek.

 

Dichiarazioni: “Star Trek: Enterprise” e tutti i suoi personaggi sono proprietà della Paramount e dei suoi autori. Questo è un racconto di fantasia, creato da una fan al solo scopo di intrattenimento e senza scopo di lucro. Ogni somiglianza a racconti, fanfiction, persone reali o fatti realmente accaduti è puramente casuale.

 

Locandina: Artwork by Giampiero.

Scarica il racconto in formato PDF: I Naviganti 32: Pathfinder

 

*******

 

Mi chiamo Malcolm Reed. Sono il capitano della nave stellare a curvatura 7 “Tucker”, chiamata così in onore di Charles “Trip” Tucker III, capo ingegnere della gloriosa Enterprise NX-01. Dopo che Travis Mayweather ha ottenuto un comando, F’Ral è divenuta il mio primo ufficiale.

Ogni tanto mi capita di stare ad osservarla e ricordare quando, appena arrivata a bordo, mi aveva scambiato per il capitano. I primi giorni non la smetteva mai di parlare, a parte quando era al lavoro, concentrata, e faceva le fusa.

Non sono mai stato una persona che dava particolare confidenza agli altri, ma sull’Enterprise avevo creato rapporti più profondi che in precedenza. E F’Ral mi conquistò così in fretta che, meno di otto mesi dopo dal suo arrivo, svelai addirittura la mia segreta passione per il tango per fare un piacere a lei.

Abbiamo passato diverse avventure, dai tempi dell’Enterprise, e qualcuna è stata una disavventura.

Ultimamente mi è capitato di ripensare a quella volta che ci siamo ritrovati in mezzo a una nebulosa di azoto. È stata una delle tante volte che Archer mi trovava in disaccordo con lui, ma la sua curiosità aveva avuto la meglio.

Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato 12 aprile 2015 da MicioGatta in Enterprise, fanfic, I Naviganti, Star Trek

I Naviganti 31: Always On My Mind (racconto su Star Trek: Enterprise)   1 comment

I Naviganti 31 Always On My Mind (alta definizione).jpgDedicato a mia Madre

Rating: PG-13

Genere: Romanzo – avventura

Riassunto: Trip viene richiamato sulla Terra, ma T’Pol non rimane proprio “sola”.

Spoilers: Tutta Enterprise e qualche riferimento qua e là a tutto Star Trek.

Dichiarazioni: “Star Trek: Enterprise” e tutti i suoi personaggi sono proprietà della Paramount e dei suoi autori. Questo è un racconto di fantasia, creato da una fan al solo scopo di intrattenimento e senza scopo di lucro.

Ringraziamenti: per la bellissima copertina ringrazio Giampiero!

Scarica il racconto in formato PDF: I Naviganti 31: Always On My Mind.

Maybe I didn’t treat you
Quite as good as I should have
Maybe I didn’t love you
Quite as often as I could have
Little things I should have said and done
I just never took the time
You were always on my mind
[Forse non ti ho trattato
Così bene come avrei dovuto
Forse non ti ho amato
Così spesso come avrei potuto
Piccole cose che avrei dovuto dire e fare,
Non ho mai colto il momento giusto
Eri sempre nella mia mente]

(Elvis Presley – “Always On My Mind”)

Quando mia figlia mi chiede di raccontarle qualcosa di suo padre ho sempre qualche storia affascinante dei dieci anni che abbiamo vissuto più o meno insieme sull’Enterprise. Qualche volta T’Mir lo chiede anche a Jonathan o a Trip e poi ci fa notare dove le versioni non sono concordanti.

Non le ho mai raccontato, però, ciò che è successo nell’aprile del 2157.
Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato 18 gennaio 2015 da MicioGatta in Enterprise, fanfic, I Naviganti, Star Trek